Magazine Premiaty

Indietro
aprile 2017
RICETTE DI STAGIONE

Vellutata di asparagi, porri e piselli

Ingredienti:

  • 1 porro
  • 400g di asparagi
  • 300g di piselli freschi già sgranati (circa il doppio con i baccelli) oppure piselli fini surgelati
  • 100ml di panna fresca
  • 1/2l di brodo vegetale
  • 100g di pancetta dolce a cubetti
  • 6 rametti di maggiorana fresca
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • x 4 persone
  • Preparazione: 25 minuti
  • Cottura: 40 minuti

Procedimento

  1. Affettate il porro (compresa la parte verde) e sciacquatelo abbondantemente. Tenete da parte qualche rondella per la decorazione del piatto. Pulite gli asparagi eliminando la parte bianca e legnosa e tagliateli a rondelle, lasciando intere le punte.
  2. Scaldate in un tegame 2-3 cucchiai d’olio e fate stufare molto dolcemente i porri per circa 8-10 minuti a fuoco bassissimo per non farli abbrustolire. Unite i piselli e fate insaporire per circa 5-6 minuti. Aggiungete gli asparagi, salate leggermente e pepate. Fate insaporire per qualche minuto, quindi versate il brodo vegetale. Coprite con un coperchio, portate a bollore e fate cuocere per circa 20 minuti.
  3. Con una schiumarola prelevate qualche pisello e qualche punta di asparago per il decoro. Unite la panna e la maggiorana (tenete da parte 2 cucchiai di panna e qualche fogliolina per il decoro) e frullate la zuppa con un mixer a immersione fino a ottenere una consistenza liscia e vellutata.
  4. Rosolate la pancetta in una padella antiaderente finché sarà croccante. Scolatela su carta assorbente e fatela raffreddare.
  5. Servite la zuppa in 4 ciotole. Decorate ognuna con i pisellini e le punte d’asparago tenute da parte, la panna fresca e le rondelle di porro rimaste e i cubetti di pancetta. Completate con qualche fogliolina di maggiorana a una spolverizzata di pepe.

L'ingrediente

Il porro è una base perfetta per i soffritti, da utilizzare per tutte le zuppe e vellutate. Dona alle verdure un gusto deciso e di carattere, ma è più delicato e meno invadente rispetto alla cipolla o allo scalogno. Potete usare sia la parte bianca sia quella verde, dopo aver eliminato le foglie esterne più rovinate.

Piselli Fini Surgelati SIGMA

Olio Extravergine d'Oliva Fruttato Leggero Gusto&Passione

Panna da Cucina SIGMA