Magazine Premiaty

Tutti sulle punte

Germogliano finalmente sulle nostre tavole gli asparagi. Teneri e saporiti, in tutte le loro varietà sono l'asso nella manica per un'alimentazione varia e salutare

Escono in punta di piedi facendosi strada tra la terra e svettando infine belli dritti nell’aria e nella luce primaverile. Ed è proprio l’esposizione alla luce che determina il colore degli asparagi: il bianco che la verdura ha sotto terra diventa violaceo e poi verde più o meno intenso mano a mano che esce e a seconda del tempo che rimane nel campo.

Riconoscere la freschezza

Quando siete al banco delle verdure controllate che le punte siano integre, belle dritte e perfettamente chiuse. I gambi, inoltre, devono essere di un colore brillante, duri ma allo stesso tempo flessibili. Per pulire gli asparagi ricordate che è sufficiente lavarli ed eliminare la parte finale del gambo più dura con un coltello o un pelapatate.

Un pieno di salute

Vitamine A, B e C, fosforo, calcio, magnesio, potassio, fibre, antiossidanti, acido folico e flavonoidi sono solo alcuni degli elementi che contengono gli asparagi. Gli asparagi potrebbero poi diventare i migliori amici delle donne, perché, grazie ai loro effetti depurativi e drenanti, aiutano a ridurre il ristagno di liquidi e la ritenzione idrica. Il risultato? A diminuire sarà anche la cellulite. Gli asparagi aiutano inoltre a contrastare gonfiori e aumento di peso eccessivo. In più migliorano le funzioni renali e il transito intestinale, e stimolano la diuresi. Grazie ai sali minerali e alle vitamine che contengono, anche la pelle sarà più bella e meno soggetta all’invecchiamento. Ricchi di rutina, migliorano la circolazione e prevengono la rottura dei capillari. Con gli asparagi, infine, torna il sorriso. Alcuni 13 studi infatti hanno dimostrato la funzione antidepressiva di questo ortaggio. Sono ottimi anche per combattere lo stress, l’ansia e l’insonnia. Un’attenzione particolare al consumo va fatta se si soffre di cistite o se si hanno problemi renali.

Gli asparagi in cucina

Se amate gli asparagi non potete fare a meno dell’asparagiera, una speciale pentola che permette la cottura in verticale di questa verdura. In alternativa sarà sufficiente utilizzare una pentola stretta e alta in cui introdurre gli asparagi legati insieme con spago da cucina. Con questa tecnica di cottura, il gambo si lesserà, mentre le punte più delicate si cuoceranno con il vapore. Basteranno 10-15 minuti. Dopo la lessatura potete gustarli subito o saltati in padella con il burro e serviti poi con le uova e con formaggi stagionati. Un grande classico è il risotto agli asparagi, ma potete provarli anche come ripieno di quiche.