Premiaty > MENU SPECIALE Gennaio 2019

Castagnole arancia e ricotta

6 persone 15 minuti 20 minuti
  Ingredienti

300g di farina tipo 00

80g di zucchero semolato + altro per completare

1/2 arancia non trattata

140g di ricotta

3 tuorli da uova

40g di burro 100% panna di centrifuga

1/2 bustina di lievito per dolci (8g)

1 cucchiaio di Grand Marnier

olio di semi d'arachide per friggere

Procedimento

  1. In una ciotola mescolate la farina con il lievito setacciati e lo zucchero. Formate una fontana e al centro unite la ricotta, il Grand Marnier, i tuorli, il burro fuso e la scorza grattugiata dell’arancia. Sbattete dapprima con una forchetta e poi iniziate a prelevare un po’ di farina dai bordi. Impastate il tutto a mano fino a ottenere una palla liscia e omogenea, quindi avvolgetela nella pellicola per alimenti e fate riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.
  2. Trascorso questo tempo, aiutandovi con una spatola tarocco dividete l’impasto in tanti pezzetti del peso di 15 g. Arrotolateli in modo da dare una forma sferica, se necessario aiutandovi con poca farina. Procedete in questo modo fino a esaurimento degli ingredienti.
  3. Friggete le castagnole in abbondante olio a 170°C, poche alla volta, e scolatele con un mestolo forato. Lasciatele asciugare su carta da cucina, quindi passatele subito nello zucchero semolato.

Il consiglio

Friggere sembra facile, ma farlo con buoni risultati richiede una cura in più. Innanzitutto, la scelta del grasso di frittura: l’olio d’oliva sopporta alte temperature, ma anche quello di semi (si possono miscelare). Poi, la temperatura dell’olio: non deve abbassarsi, meglio non immergere troppi pezzi per volta, che assorbirebbero l’unto, rimanendo indigesti. Se gettando nell’olio un pezzo di pane o di patata si formano tante piccole bollicine, potete iniziare a friggere.