Premiaty > SOSTENIBILITÀ Dicembre 2022

Regali di Natale sostenibili

Premiaty > SOSTENIBILITÀ


Ormai ci siamo, il Natale è alle porte e, come ogni anno, la casa è addobbata e il menu delle grandi occasioni è in fase di definizione. Mancano solo i regali, che saranno, neanche a dirlo, amici dell’ambiente

A questo punto, per rendere i giorni natalizi davvero perfetti, non ci resta che pensare ai regali per le persone a noi più care. Come possiamo fare la scelta giusta

Ecco cinque piccoli consigli che ci vengono in aiuto per non sbagliare:

  1. Cercare innanzitutto di ridurre il più possibile i “regali di circostanza”, ovvero tutti quei regali fatti a persone che non si conoscono molto bene e a cui si rischia di donare qualcosa che poi inevitabilmente finirà chiuso in un armadio o buttato. Se proprio non si possono eliminare del tutto, optare per qualcosa di molto generico e soprattutto utile, così che sia più facile che venga adoperato.
  2. Quando si fa un regalo, non pensare ai propri gusti ma a quelli del destinatario. Può sembrare una cosa scontata, ma questo è un errore che si commette più spesso di quello che si crede. In questo modo si riduce il rischio di commettere errori e il successo è garantito.
  3. Prediligere esperienze anziché oggetti: una cena offerta in un ristorante, un abbonamento a un servizio digitale, un corso di ceramica, l’abbonamento al cinema… insomma, tutto ciò che può essere legato a una passione sarà senz’altro gradito, in questo modo regaliamo del tempo da dedicare al proprio benessere.
  4. Sostenere l’artigianato rinunciando ai grossi marchi, cercare di sostenere piccole realtà locali acquistando direttamente da loro; in questo modo non solo si aiuta l’economia della zona, ma si acquisteranno oggetti unici e ricchi di personalità.
  5. Scegliere brand che abbiano davvero a cuore l’ambiente, evitando il cosiddetto “greenwashing”: per essere un marchio green non è sufficiente piantare un albero per ogni acquisto.

Come si fa un pacchetto sostenibile?

Una volta scelto il regalo, non bisogna fare altro che impacchettarlo. Anche in questa fase possiamo compiere scelte consapevoli – e la creatività viene in aiuto – decidendo, per esempio, di riciclare carte che abbiamo già, magari decorando e colorando dei vecchi giornali o della carta da pacco grezza per renderla unica e speciale. Un’idea originale e interessante può essere quella di trasformare l’involucro in una parte del regalo stesso, magari usando la tecnica giapponese del furoshiki, cioè usando uno scampolo di stoffa per avvolgere l’oggetto che poi potrà essere riutilizzato come canovaccio, tovaglietta o tovagliolo.

Insomma, anche quando si parla di regali, possiamo decidere di essere un po’ più sostenibili, semplicemente provando a essere più attenti alle scelte che facciamo, così che questa festa possa essere una gioia non solo per noi e i nostri affetti, ma anche per l’ambiente.