Happy hour - SuperSIGMA
Premiaty > BENESSERE Giugno 2022

Happy hour

Premiaty > BENESSERE

L’happy hour è per molti un modo per staccare la spina a fine giornata, godersi la socialità e la compagnia degli amici, mettere qualcosa sotto i denti senza il pensiero di dover fare la spesa e cucinare. Si sa che non si tratta certo di un’abitudine salutare, ma, con le dovute attenzioni, non sarà necessario rinunciarvi del tutto.

Da alcuni anni, l’abitudine all’happy hour è diventata una vera e propria moda e si è diffusa soprattutto tra i giovani. Nei Paesi anglosassoni, dove ha avuto origine, “happy hour” (letteralmente “ora felice”) sta a indicare l’offerta, da parte di bar, pub ed enoteche, di consumazioni alcoliche quali birra, cocktail o vino, a prezzo ridotto nell’orario che precede la cena.

In Italia l’happy hour inizia più tardi e include anche buffet di pietanze varie, sia calde sia fredde, e si protrae anche fino alle 21. Rappresenta sicuramente un’alternativa economica a una cena al ristorante e una comodità per chi non desidera prepararsi la cena a casa. Inoltre offre la possibilità di incontrare persone, di socializzare e di scaricare lo stress accumulato durante la giornata di lavoro o di studio. Tuttavia, è bene considerare che, oltre al rischio di un eccessivo apporto calorico, anche quello di un eccessivo consumo di alcol è elevato, in quanto gli alimenti proposti nel corso dell’happy hour (stuzzichini, tramezzini, olive, patatine, arachidi salate, olive…), pur essendo solitamente molto gradevoli, hanno uno scarso valore nutrizionale ed essendo molto saporiti stimolano ulteriormente la sete.

Altri aspetti critici da non sottovalutare riguardano una non adeguata conservazione o errori di manipolazione del cibo servito, che possono causare infezioni o intossicazioni alimentari, soprattutto se il tempo di esposizione sul bancone del locale si protrae per un’ora e mezza o due ore. Gli alimenti più a rischio sono quelli a base di latticini, le carni poco cotte, il pesce crudo, le salse e le creme a base di uova.

per non rinunciare all’Happy Hour:

  1. Non consumarlo più di due volte a settimana
  2. Fare uno spuntino a metà pomeriggio, per evitare di arrivare all’happy hour troppo affamati
  3. Evitare il consumo di alimenti preparati con salse
  4. Scegliere alimenti semplici, poco manipolati, che solitamente sono anche nutrizionalmente più adeguati
  5. Anziché tartine con salse o creme a base di burro o di uova, scegliere bruschette con olio EVO e origano, cubetti di pomodoro fresco o verdure grigliate
  6. Se si desidera consumare una bevanda alcolica, scegliere una birra piccola o un bicchiere di Prosecco oppure un drink a base di Prosecco, succo d’arancia, ghiaccio e frutta fresca come fragole o pesche. In alternativa, consumare una bevanda analcolica come una spremuta di pompelmo o un succo d’ananas o di pomodoro con un pizzico di curcuma, oppure un centrifugato di verdure o frutta.