Premiaty > PRONTI SI PARTE Aprile 2020

Perugia, lo scrigno del fascino medievale

Premiaty > PRONTI SI PARTE

Il capoluogo dell’Umbria racchiude in sé splendidi tesori da ammirare e visitare, testimonianze del glorioso passato artistico e culturale della città.

Appena arrivati a Perugia veniamo accolti dalle mura etrusche che ne circondano il centro di origine medievale, caratterizzato da torri, chiese, palazzi e musei, tutti da visitare per scoprire la grande vivacità culturale che ha animato in passato il capoluogo umbro.

LE PRIME TAPPE

Avventuriamoci, allora, nelle sue stradine lastricate e diamo il via al nostro tour partendo da Piazza IV Novembre, su cui si affacciano la Cattedrale di San Lorenzo - rimasta incompleta, come si può notare dalla facciata principale e dalla fiancata laterale - e il Palazzo dei Priori. Al centro, la Fontana Maggiore: il simbolo della città, formato da due vasche concentriche sovrapposte di pietra rosa e bianca e sormontato da una conca di bronzo, è un vero e proprio capolavoro di architettura medievale, realizzato sui disegni di Nicola e Giovanni Pisano sul finire del 1200.

LA BELLEZZA DELL’ACQUEDOTTO

Altra sosta da effettuare è sicuramente quella presso l’acquedotto romano che, nell’antichità, riforniva d’acqua la Fontana. Chiuso nel 1800, oggi ci offre una passeggiata suggestiva grazie alla scalinata della parte superiore: partendo da Porta Sant’Angelo, in particolare, restiamo a bocca aperta camminando su un ponte sorretto da campate di archi e case colorate.

SI RESPIRA LA STORIA

Difficile non lasciarsi conquistare, inoltre, dalla famosa Rocca Paolina, la fortezza voluta da Papa Paolo III e ammirata da Giosuè Carducci in una poesia. Costruita per rendere sicura la città, la sua realizzazione ha portato alla distruzione di numerose case e chiese; oggi ne sono rimaste alcune mura e i sotterranei, che regalano un’atmosfera misteriosa.

AVVOLTI DALL’ARTE

Camminare per le vie perugine significa anche lasciarsi avvolgere dalla storia dell’arte. Merita una visita la Galleria Nazionale dell’Umbria, all’ultimo piano del Palazzo dei Priori, che ospita 40 sale con diverse raccolte del XII e XIV secolo. Sono conservate, ad esempio, opere di Beato Angelico, Pinturicchio, Perugino, Bernini e Gentile da Fabriano.

MONUMENTI RELIGIOSI

Per concludere il nostro tour soffermiamoci presso la Basilica di San Domenico, famosa per la sua struttura imponente. Di origine gotica, conserva al suo interno monumenti funebri e diversi affreschi. Non lasciamoci sfuggire, infine, l’Oratorio di San Bernardino, fatto costruire dai frati francescani. Da ammirare, in particolare, la facciata policroma di Agostino di Duccio, splendido simbolo rinascimentale che conquista grazie al suo gioco di riflessi e colori.

UNA PAUSA GOLOSA

Amanti del cioccolato, se siete alla ricerca di una sosta all’insegna della dolcezza fermatevi a visitare la Casa del Cioccolato della Perugina. I famosi cioccolatini, infatti, vi aspettano poco lontano dal centro cittadino, dov’è possibile visitare lo stabilimento, scoprire come vengono realizzati i Baci e girare per il museo storico