Premiaty > AGENDA DEL MESE Giugno 2019

Agenda del mese di Giugno 2019

Premiaty > AGENDA DEL MESE

Sagra della Ciliegia Ferrovia

Quando: 7-9 giugno
Dove: Turi (BA)
Info: https://www.sagraciliegiaferrovia.it/

Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la sagra della ciliegia Ferrovia, giunta alla ventinovesima edizione. Il centro storico di Turi, ridente cittadina nell’entroterra barese, sarà teatro di eventi musicali, esibizioni e spettacoli di ogni genere, che accompagneranno degustazioni culinarie di piatti locali. Protagonista, la ciliegia Ferrovia, la varietà più diffusa in territorio pugliese.

Sagra del Pesce Spada di San Giovanni

Quando: 7-9 giugno
Dove: Acitrezza (CT)
Info: http://www.festasangiovanni.it/?page_id=3128

In occasione dei festeggiamenti per la festa di San Giovanni Battista, Acitrezza ospiterà la sagra del Pesce Spada. A trent’anni dalla prima edizione, presso la scalo di Alaggio, cuochi esperti si cimenteranno nella preparazione di gustose ricette sulle tre grandi griglie allestite per l’occasione. Ad accompagnare l’evento, torna la mostra e l’esposizione dell’artigianato, insieme con le degustazioni delle specialità gastronomiche del luogo.

“Canova e l’Antico”

Quando: fino al 30 giugno
Dove: Napoli
Info: https://www.museoarcheologiconapoli.it

Le sale del Museo archeologico di Napoli ospiteranno, fino al 30 giugno, alcuni dei capolavori di Antonio Canova, in una mostra che si propone di indagare il profondo legame del maestro con l’arte classica. L’esposizione comprende la produzione dell’artista, presentata in tutta la sua varietà, dai disegni ai dipinti fino ai marmi, tra cui il gruppo delle Grazie concesso in prestito dall’Ermitage di San Pietroburgo.

“Tra Arte e Fede. Immagini dei Santi Taumaturghi in Calabria dal XVI al XIX secolo”

Quando: fino al 30 giugno
Dove: Gerace (RC)
Info: https://arteefedelocrigerace.it/

Il Museo Diocesano farà ancora da sfondo alla mostra “Arte e Fede”, frutto di un progetto virtuoso di restauro e recupero di opere d’arte cadute in oblio.  Numerose sono le opere di grande valore storico che i visitatori avranno occasione di ammirare fino al 30 giugno, tra cui quelle provenienti dal territorio della Locride.