Magazine Premiaty

Una mela al giorno

Grazie alle sue proprietà è considerata il frutto della salute per eccellenza, tanto da meritarsi uno dei più famosi proverbi italiani

Isaac Newton grazie a una mela ha formulato la legge di gravità. Guglielmo Tell l’ha colpita con una freccia mentre era sulla testa del figlio. Biancaneve morsicandola è caduta in un lungo sonno. La mela è protagonista di tante storie, reali o frutto della fantasia, così come ha un ruolo di primo piano nella nostra cucina. Addentare una mela è un rito che ripetiamo spesso (e fra l’altro, se biologica, è preferibile mangiare anche la buccia che contiene gran parte delle proprietà benefiche del frutto), ma amiamo anche utilizzarla per preparare golosi dolci.

Un morso di benessere

Ma è proprio vero, come si dice, che “una mela al giorno toglie i l medico di torno”?

Beh, sicuramente mangiare una mela regala numerose proprietà benefiche per il nostro organismo, a cominciare da un ricco ventaglio di sostanze antiossidanti, diuretiche e antitumorali. Non dimentichiamo, poi, che la mela è ricca di polife-noli, flavonoidi, vitamine A, B, e C, e Sali minerali quali sodio, potassio, ferro, calcio e fosforo. La mela apporta anche zuccheri, costituiti per la maggior parte da fruttosio (uno zucchero con basso indice glicemico), fibre e proteine. Questo frutto è inoltre un toccasana nei casi di colite e ritenzione idrica, ed è perfetto per disintossicare l’organismo, perché facilita l’eliminazione delle scorie. Adatta per iniziare lo svezzamento dei neonati, la mela è particolarmente consigliata per gli anziani, perché è facilmente digeribile e stimola il ringiovanimento dell’organismo. Alcuni studi, infine, assegnano alle mele anche proprietà anti-asma.

La mela in cucina

Sicuramente avete già provato le mele per preparare una gustosa torta, magari la classica apple pie che arriva direttamente dalla tradizione anglosassone, o per il ripieno dello strudel.
E probabilmente vi sarete già cimentati almeno una volta con la confettura (le mele sono particolarmente adatte a questo scopo perché contengono pectina).
Le mele si prestano molto bene anche per essere cotte al forno aromatizzate con spezie come la cannella.
Per i più golosi, consigliamo invece di gustare le chips di mela: tagliata in fette sottili e poi fritta, la mela diventa uno stuzzicante spezza-fame.
Vale poi la pena provarla almeno una volta nei piatti salati, per esempio nelle insalate (perfetta in abbinamento con l’indivia belga e l’uva) o nelle salse per accompagnare la carne. La consigliamo anche per i risotti. Ottima, poi, nei frullati e nei centrifugati.

I colori della salute

In commercio esistono più di 1.000 varietà di mela: l’avreste mai detto? E a ciascuna corrisponde uno specifico beneficio.
La classica mela rossa (come la varietà Royal Gala, particolarmente dolce) è l’ideale se si sta seguendo una dieta dimagrante, perché la sua buccia contiene una sostanza che aiuta a eliminare l’adipe.
La mela gialla (come la Golden Delicious, croccante e dolce) presenta invece tanti carotenoidi, degli antirughe eccezionali per la pelle.
E le mele verdi? Hanno un sapore più aspro, ma per questo contengono tanta vitamina C. Un esempio è la Granny Smith, perfetta per succhi e centrifugati.