Magazine Premiaty

Perle di primavera

Con il loro verde brillante annunciano l'arrivo della bella stagione a tavola. I piselli, dolci e teneri, sono versatili e hanno proprietà benefiche tutte da scoprire

Insalate, vellutate, risotti, contorni. I piselli ispirano decine e decine di piatti diversi dando colore alla tavola, che finalmente riscopre uno dei legumi primaverili per eccellenza. Al banco della verdura potete trovare diverse varietà, ma la distinzione principale riguarda il baccello. Se si mangia stiamo parlando dei cosiddetti “mangiatutto”, se si mangiano solo i semi stiamo parlando di quelli da sgranare.

I piselli in cucina

Non solo semplice contorno. I piselli possono essere anche l’ingrediente principale di ricette della tradizione italiana (su tutte il piatto veneto risi e bisi, ovvero riso con i piselli, o gli arancini siciliani) e dal sapore più internazionale (per esempio il riso alla cantonese). La particolare dolcezza di questo legume rende i piselli perfetti anche per accompagnare piatti di pesce (provateli con le seppie) e di carne. E ancora, utilizzateli nei ripieni delle torte salate o nelle insalate. Gli abbinamenti migliori sono con pancetta e prosciutto cotto. Infine, per non sprecare nulla, provate ad aggiungere i baccelli all’acqua per il brodo vegetale.

Freschi, surgelati, secchi, in scatola

I piselli sono i legumi principi della primavera. In questa stagione, quindi, meglio gustarli freschi. Quando li acquistate osservate bene i baccelli: devono essere non troppo grandi, integri e di un colore brillante. Fuori stagione, o quando non avete tempo di sgranarli, potete optare anche per i piselli surgelati, già pronti per la cottura. Se sono di buona qualità, sono l’ideale per approfittare di questo alimento tutto l’anno. Un’altra alternativa sono quelli in scatola, di solito precotti, oppure quelli secchi, che però, come tutti i legumi conservati in questo modo, devono essere ammollati in acqua prima di essere utilizzati nelle ricette.

10 volte salutari

  1. I piselli sono particolarmente ricchi di proprietà salutari. Vale la pena inserirli nella propria alimentazione per almeno dieci motivi.
  2. Sono ricchi di vitamine (in particolare la C), acido fo- 13 lico, sali minerali (tra cui ferro, magnesio, zinco e calcio) e molti zuccheri semplici, responsabili della dolcezza di questo legume.
  3. Aiutano a mantenere basso il livello del colesterolo nel sangue.
  4. Sono alleati del sistema immunitario, perché contengono tanta clorofilla che stimola la produzione di globuli rossi.
  5. Rispetto a d altri legumi sono più digeribili, perché contengono meno amido.
  6. Mantengono costanti i livelli di zuccheri nel sangue.
  7. Hanno pochi grassi e sono poco calorici e quindi possono essere inseriti nelle diete ipocaloriche. Considerate però che quelli secchi sono più calorici dei freschi. Mantengono inoltre a lungo il senso di sazietà.
  8. Contengono fitoestrogeni, utili per attenuare i fastidiosi effetti collaterali della menopausa.
  9. Grazie ai folati, prevengono il cattivo umore e combattono la depressione.
  10. Portano benefici all’apparato cardiovascolare e sono quindi amici di cuore e vasi sanguinei.
  11. Sono una buona fonte di fibre, utili per il benessere e il buon funzionamento dell’intestino.