Magazine Premiaty

Il frutto del sole

Il pomodoro è il re indiscusso dell’estate e l’ingrediente base della cucina italiana. Lo amiamo per il suo sapore, ma anche perché è povero di calorie e ricco di vitamine

Per maturare e diventare saporito ha bisogno del sole caldo della piena estate. Ed è proprio soprattutto in questa stagione che amiamo portarlo in tavola. Quando il caldo diventa insopportabile, uno dei piatti preferiti dagli italiani è infatti la caprese: pomodoro e mozzarella tagliati a fette e conditi solo con olio extra vergine di qualità, sale e pepe.

Crudo e cotto

Il pomodoro è però davvero onnipresente in cucina. Crudo lo potete gustare in insalata abbinato ad altre verdure di stagione o, per un piatto più completo, con il tonno sott’olio. Cotto è perfetto per le zuppe e le minestre (anche fredde), per le salse, i sughi veloci per la pasta, grigliato come contorno saporito, ripieno (con il riso diventa un piatto unico straordinario) e al forno. Al banco della verdura scegliete sempre pomodori maturi, dal colore uniforme e senza macchie. Potete poi conservarli in frigorifero nel cassetto dedicato alle verdure o, in alternativa, in un luogo fresco e asciutto per circa una settimana.

Sano e benefico

Il pomodoro è povero di calorie, ma ricco di potassio e vitamine A, C ed E. Contiene inoltre acido folico, ferro, fosforo, calcio e sostanze antiossidanti come lo zolfo e il licopene. Quest’ultimo, in particolare, protegge la pelle dall’invecchiamento. Una delle caratteristiche più importanti del pomodoro è che facilita la digestione di cibi ricchi di fecole e amidi, e quindi per esempio pasta, riso e patate. Ma c’è di più: se seguite un’alimentazione che prevede troppa carne, vi aiuterà a eliminare l’eccesso di proteine che ne derivano. Il pomodoro è inoltre molto ricco di acqua ed è quindi in grado di stimolare la diuresi.

Il betacarotene che contiene è poi un ottimo alleato per proteggere la vista. Infine, qualche piccola raccomandazione: i pomodori sono poco adatti per chi è allergico al nichel e per chi soffre di acidità gastrica. Se li preferite crudi, meglio mangiarli ben maturi: quando sono verdi sono infatti ricchi di solanina, responsabile dell’emicrania.

Un pomodoro per ogni uso

Ovale, tondo liscio o costoluto, di grandi o piccole dimensioni, di colore verde o rosso a piena maturazione. Sono tante le tipologie di pomodoro e per ognuna c’è un utilizzo specifico, che può far apprezzare meglio le caratteristiche distintive di ogni varietà. I pomodori di forma ovale, i famosi San Marzano, sono adatti per preparare sughi o per le conserve. Quelli tondi e costoluti sono invece migliori per essere gustati in insalata. Quelli tondi lisci a grappolo sono ideali per le lunghe cotture o per le salse. I piccoli pomodorini ciliegia sono indicati per preparare bruschette, insalate e primi piatti di pasta. Il pomodoro lo trovate poi sotto forma di concentrato, pelato, passato ed essiccato.