Magazine Premiaty

GELOSIA la paura di perdere me

Perchè questo sentimento nasce da una forte insiucrezza in se stessi

 

Secondo il vocabolario della lingua italiana, la gelosia è un “sentimento tormentoso provocato dal timore, dal sospetto o dalla certezza di perdere la persona amata per colpa di altri”. Sembra dunque che la gelosia sia un’emozione che riguarda la relazione con l’altro, la paura, appunto, di perdere l’oggetto del desiderio o dell’amore. Ma è un errore, seppur comune tra le persone: la gelosia, infatti, riguarda essenzialmente la relazione con noi stessi.

Cosa significa questo? Facciamo un piccolo passo indietro e analizziamo i processi di apprendimento che si innescano sin dall’infanzia e che portano ogni persona a costruire una precisa immagine di sé e del mondo circostante.

Il risultato di questi processi dà origine a “schemi” cognitivi ed emotivi, elementi simili a occhiali con i quali guardiamo al mondo e a noi stessi. Alcune persone crescono in contesti familiari, scolastici e sociali che possono essere difficili da un punto di vista emotivo: per esempio possono venire continuamente criticati, derisi, messi alla prova, rifiutati o accettati “solo in base alle loro “prestazioni” comportamentali.

Queste esperienze, ripetute continuamente negli anni, possono portare a costruire schemi di inadeguatezza e di abbandono: diventati adolescenti e poi adulti, questi soggetti vivono con la certezza di non avere alcun valore intrinseco, di essere sbagliati, diversi dagli altri in senso negativo, provano vergogna e un profondo senso di imbarazzo verso loro stessi. Per questi motivi sono convinti che nessuno mai li amerà davvero, e che tutte le persone attorno a loro, prima o poi, li abbandoneranno.

Non solo. L’altro può essere visto come il “salvatore” capace di cambiare il destino della persona amata. Quante volte sentiamo frasi del tipo: “tu dai significato alla mia vita”; “senza di te niente ha più alcun significato”; “tu mi rendi una persona migliore”? Ora possiamo comprendere meglio le dinamiche emotive sottese alla gelosia e i motivi per i quali esse si instaurano all’interno di una relazione affettiva. La persona con schemi di inadeguatezza e di abbandono può far fronte alle emozioni di fragilità in maniera diversa: evitando le relazioni tout court, sottomettendosi all’altro totalmente, oppure diventando ipercontrollante, con azioni che solitamente collochiamo nella categoria dei “comportamenti di gelosia”. Il soggetto può controllare il cellulare, la mail del computer, può spiare e arrivare a seguire il partner.

Mettendo in atto queste azioni, i pensieri associati al possibile tradimento diventano sempre più reali, aumentando il circolo vizioso della paranoia e del senso di imminente catastrofe. Anche per questo, in alcune situazioni-limite, si può arrivare a mettere in atto comportamenti di estrema violenza verso il partner, accecati da una realtà del tutto immaginaria.

Cosa fare

Di fronte ad espressioni di gelosia eccessive da parte del partner, è importante non rinforzarle, accettandole o addirittura assecondandole, cambiando i propri comportamenti per cercare di tranquillizzare o ridurre la paura dell’altro.
Questi comportamenti non solo non raggiungerebbero nessuno di questi obiettivi, ma contribuirebbero ad aumentare i controlli, i pensieri di possibile perdita e dunque renderebbero gli schemi di profondità ancora più forti e pericolosi