Magazine Premiaty

Bentornata tintarella!

Simbolo di vita, energia e luce, il sole ci rigenera e aiuta a fare scorta di vitamine, ma bisogna fare attenzione alle esposizioni eccessive. Scopriamo quali sono gli accorgimenti da adottare per un’abbronzatura bella e sicura.

L'estate è arrivata, alle vacanze manca poco e la voglia di abbronzarsi è tanta. Si sa, il sole aumenta il buonumore, rende ottimisti, dona alla pelle un colorito sano e luminoso e, se preso nella giusta misura, è davvero terapeutico. Inoltre, stimola la produzione di vitamina D che, a sua volta, favorisce l’assorbimento di calcio nel nostro corpo, fortificando l’intero tessuto cutaneo. Ma può essere anche causa di problemi, a volte gravi. L’eccessiva esposizione, soprattutto nelle persone dalla pelle chiara o sensibile, è uno dei maggiori fattori di invecchiamento cutaneo.

Mai senza protezione

Perché l’esposizione al sole non sia dannosa, ricordatevi di proteggere sempre viso e corpo con un apposito solare, scelto in base al vostro fototipo di pelle. Le creme protettive sono infatti in grado di creare uno schermo che ripara dai dannosi raggi UVA e UVB, che sono tra le cause dell’insorgenza di tumori della pelle e dell’invecchiamento precoce. Applicate la crema almeno 20 minuti prima di esporvi, in modo che la pelle abbia il tempo di assorbirla, e riapplicatela più volte durante il giorno, in particolare dopo i bagni e sulle zone più sensibili, come il viso.

Consigli per il colorito perfetto

Per abbronzarsi è molto importante esporsi in modo graduale, preparando la pelle anche nelle settimane precedenti alle vacanze. Sono sufficienti 20 minuti di esposizione anche a casa, alla mattina o nel tardo pomeriggio, quando il sole è obliquo e meno intenso, per abituarci ad assorbire i raggi e donare al corpo un colorito più intenso e sano. È dopo la prima settimana che inizia a formarsi l’abbronzatura “duratura”. Questo non è solo un modo per farci sentire più a nostro agio in costume una volta arrivate in spiaggia, ma è anche utile per preparare la pelle al sole dei mesi più caldi dell’anno, in modo da evitare fastidiose scottature. Un aiuto importante in questo senso arriva anche dall’alimentazione: idratarsi molto e assumere cibi ricchi di betacarotene, come frutta e verdura di colore arancione, stimola la melanina e ci aiuta a ottenere una tintarella rapida e uniforme.

Mentre vi esponete al sole, poi, fate attenzione alla posizione che assumete: quando i raggi del sole scendono perpendicolarmente, per esempio, la posizione sdraiata è quella migliore da tenere. Nel pomeriggio, invece, quando il sole inizia a scendere, è da preferire la posizione eretta: approfittate quindi di una bella passeggiata per abbronzarvi più rapidamente.

Infine, non dimenticate di curare la pelle anche la sera: dopo una lunga giornata di sole, reidratate viso e corpo con un bagnoschiuma specifico e con una crema doposole molto idratante, che aiuterà anche a fissare il colore e farlo durare più a lungo.

Gli integratori amici del sole dove si trovano?

Carotenoidi: ne esistono diverse tipologie che stimolano l’abbronzatura. Li trovate in tutti gli ortaggi del gruppo giallo-arancio (come le pesche e le carote) e blu-viola (come le melanzane). Acido lipoico: è un antiossidante efficace e contrasta i danni causati dai radicali liberi. Lo trovate in carne rossa, patate e spinaci. Coenzima Q10: associato alla vitamina C, mantiene la pelle elastica. Lo trovate nel pesce azzurro, nei piselli e nella carne di pollo. Vitamina C: è un forte antiossidante. La trovate in tutti gli agrumi. Vitamina E: protegge i lipidi dai radicali liberi. La trovate in oli vegetali, uova e frutta secca.

Abbronzatura in sicurezza

Ecco infine 10 regole d’oro da seguire per un’abbronzatura perfetta e soprattutto sicura.

  1. Evitate di esporvi nelle ore centrali della giornata, tra le 12 e le 16. Se non avete alternative, cercate riparo sotto un ombrellone.
  2. Non dimenticate mai la crema protettiva.
  3. Bevete molto mentre vi abbronzate. Il sole asciuga e l’organismo rischia di disidratarsi.
  4. Non spruzzate sulla pelle deodoranti o profumi che contengono alcol: potrebbero interferire con i raggi ultravioletti e danneggiare la pelle.
  5. Riparate la testa con un cappello, meglio se di paglia intrecciata e traspirante. In alternativa, utilizzate una bandana o una maglietta di cotone.
  6. Fate attenzione all’acqua, perché riflette i raggi e aumenta il rischio di scottature.
  7. Inserite nella dieta alimenti ricchi di betacarotene, come carote e albicocche, che contribuiscono a rendere l’abbronzatura più intensa.
  8. Se notate irritazioni, bollicine o eritemi, correte ai ripari con una maglietta e, naturalmente, rifugiatevi all’ombra.
  9. Che siate al mare o in montagna, fate movimento, in modo che le radiazioni solari si distribuiscano uniformemente su tutto il corpo.
  10. Non esagerate mai con le ore di esposizione.